Damiano incontra i cittadini della contrada Monaca – CS n. 16/2018

Si è svolto ieri sera, nei saloni del Ristorante “Bellavista”, alla contrada Monaca, un incontro elettorale promosso dalla lista “Scegliamo Montesarchio”. Il sindaco uscente, Franco Damiano, sostenuto da tutta la sua squadra di candidati, ha focalizzato l’attenzione su tre tematiche fondamentali attorno alle quali si svilupperà la prossima azione amministrativa. Innanzitutto il Puc. “Il nuovo Piano Urbanistico Comunale – ha spiegato – garantirà a questa zona di attrezzarsi al meglio per accogliere in maniera adeguata i turisti che si recano al parco del Taburno. Un’occasione importante anche dal punto di vista imprenditoriale, perché sarà possibile mettere in piedi piccole strutture ricettive o di produzione artigianale”.

Sulla questione idrica, invece, che da sempre affligge i residenti di questo comprensorio, Damiano ha già in mente una serie di iniziative che rientrano nell’ambito di un progetto più ampio, per il cui finanziamento (un milione di euro circa) bisognerà attendere la pubblicazione, da parte della Regione Campania, di misure specifiche: “Dopo i lavori di divisione della rete locale in due tronchi idrici, che quest’anno ha permesso di affrontare meglio l’emergenza, legata principalmente ad un prolungato periodo di siccità, puntiamo alla realizzazione di una stazione di pompaggio in grado di sollevare l’acqua dal Fizzo fino al bivio di Campoli del Monte Taburno, dove è presente il serbatoio che serve l’intera zona”.

Infine, la questione della mobilità con il finanziamento, già approvato dal governo centrale, del progetto di messa in sicurezza di alcune strade (rese impraticabili a seguito di eventi franosi), per un importo di quasi un milione e mezzo di euro. Entro fine anno, inoltre, l’amministrazione provinciale appalterà i lavori per la costruzione del secondo tronco della Fondo Valle Vitulanese. “Su questa strada – ha precisato Damiano – abbiamo puntato la nostra massima attenzione e spinto l’ente Provincia ad accelerare i tempi per l’avvio dei lavori. Si tratta di un’arteria molto importante che restituirà piena centralità al nostro territorio e che porterà direttamente alla zona Pip di Montesarchio, finendo sull’Appia, tra le aziende Moccia e Mataluni, con evidenti benefici legati soprattutto al collegamento della Valle Vitulanese con la Valle Caudina”.