Scegliamo un Comune che sia vicino alle famiglie

Quanto Fatto

  • Apertura nel plesso di Via Pontecani dell’asilo nido comunale completamente gratuito per famiglie con bambini da 0 a 36 mesi. L’asilo è il fiore all’occhiello della Valle Caudina e ha mirato a riqualificare una zona degradata della città.
  • Attuazione del piano di sgravi per le famiglie meno abbienti per la fruizione dei servizi scolastici primari come il servizio scuolabus.
  • Piano di sgravi relativo al servizio di mensa scolastica per le famiglie più bisognose con uno sconto fino all’80% in funzione al proprio reddito.
  • Completamento dell’area verde attrezzata presso la località Pontecani Badia, con la possibilità delle famiglie di usufruire di un moderno parco verde.
  • Politiche di inclusione atte a favorire l’erogazione dei contributi di sostegno alle famiglie destinatarie delle misure di contrasto alla povertà previste dalle politiche nazionali.

Quanto faremo

  • Assegnazione e consegna di 28 alloggi di edilizia economica e popolare nel nuovo sito dei Cappuccini, fortemente sostenute da questa amministrazione in un’ottica di contrasto alla povertà.
  • Potenziamento del sistema di vigilanza del territorio attraverso l’installazione di ulteriori telecamere di sorveglianza, sia fisse che mobili, nelle zone periferiche della Città e nel Centro storico attraverso progetti di competenza del Ministero dell’Interno.
  • Riqualificazione degli edifici di edilizia economica e popolare già esistenti in zona Cappuccini ed in zona Pontecani, di proprietà comunale.
  • Realizzazione del progetto “Caudium Vive”, laddove è prevista la riqualificazione della villa comunale, per favorire le attività e i giochi dei bambini.
  • Realizzazione di un’area verde attrezzata nei pressi della zona commerciale Badia, in collaborazione con aziende private operanti sul territorio, per favorire le attività e i giochi dei bambini.
  • Bonus ai nuclei familiari con 3 figli a carico e reddito basso per sostenere la natalità e contrastare la povertà.
  • Dotazione di defibrillatori nelle scuole e nei principali centri di aggregazione.